QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione
 
logo
 
 

  ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI
  "G. CERBONI"

Responsabile: prof.ssa Mereu

Il progetto si pone come finalità generale quella di rendere i ragazzi parte attiva del luogo in cui vivono, richiamandoli alla scoperta di ciò che li circonda e partecipando al miglioramento e alla crescita del proprio territorio. Si intende anche valorizzare la scuola come istituzione aperta al territorio ed in grado di sviluppare e accrescere il rapporto con l’intera comunità.

Il progetto si rivolge ai ragazzi della 4 A TUR che saranno guidati alla scoperta della città di Portoferraio e saranno chiamati a creare un breve itinerario turistico che sarà poi fruibile su una app messa a disposizione dall’Associazione culturale GoTellGo.

Il progetto sarà avviato a gennaio e avrà durata di 25 ore che saranno svolte in orario curricolare. Le fasi saranno così articolate:

1) scelta dell’itinerario e raccolta di materiale

2) uscita sul territorio per verificare la fattibilità dell’itinerario e per raccogliere materiale fotografico

3) costruzione del percorso con i materiali da caricare sull’app

Responsabile progetto: prof. S.Mori

Il progetto è organizzato in due fasi: dopo un ciclo di lezioni sul linguaggio del cinema, tenute da un esperto del settore, è prevista una esperienza pratica di progettazione, ripresa e montaggio di un video.

Obiettivi misurabili:

1. Realizzazioni di immagini audio-visuali (UC1918).

2. Creazione di racconti per immagini (UC1917).

Finalità:

1. Definire, elaborare e strutturare un racconto per immagini applicando le varie tecniche

di rappresentazione, comunicazione e narrative.

2. Riprendere e montare le immagini ritenute più importanti e adatte in relazione al prodotto

da realizzare

Destinatari: classe 4A o 5A dell'indirizzo Grafica e Comunicazione (da definire)

Il progetto prevede il coinvolgimento di un esperto esterno, per il quale è da prevedere un budget per le spese di viaggio.

Responsabili del progetto: professori Burrascano e Murano

Finalità generali: L’indirizzo “Turismo” ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, le competenze relative all’ambito turistico, al fine di valorizzare il patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico.

 

Motivazione del Progetto

Il comune di Portoferraio fa parte dell’ANERN Route Napoléon, associazione che riunisce anche i 42 comuni francesi che Napoleone ha attraversato partendo dall’esilio dell’Isola d’Elba per raggiungere Parigi.

In particolare, quest’anno il progetto verterà sul possibile gemellaggio tra “Strada del Vino e dell’Olio” Costa Etrusca e la “Route des Côtes du Rhône”

Il progetto dovrà contribuire a perfezionare la lingua francese,la geografia turistica (Provenza-Francia), ad approfondire la conoscenza della figura di Napoleone, a imparare a progettare, documentare e presentare servizi o prodotti turistici legati al territorio e in ambito europeo, scoprire le risorse naturali e storico artistiche,sviluppare capacità di accoglienza,contribuire all’acquisizione di competenze relative all’ambito turistico

 

Finanziamento del Progetto: Autofinanziamento degli alunni, eventuali contributi locali. Eventuale contributo alternanza scuola- lavoro.

Itinerario di massima: (Febbraio – Marzo)

Mastrou, Ferrovia del Vivarais fino a Lamastre, “Musée Paul Jaboilet”
Nyons musée de l’Olive

Université du Vin , Suze la Russe

Orange

Avignon
Nîmes , Mas de Tournelle

Baux de Provence ( Carrières des lumieres)

Grasse 

Obiettivi misurabili: verifica delle competenze acquisite: conoscenza del personaggio, della storia locale, del turismo locale e francese (Provenza), dei prodotti turistici, accoglienza turistica, con particolare riferimento a prodotti enologici e oleari.

Metodologie: Il progetto prevede alcune lezioni interattive di francese, geografia e storia per la conoscenza del territorio locale e francese; per l’indirizzo turistico si prevede un modulo di studio sul “Vino nella letteratura francese” , viaggio in Francia di 6 gg sulla strada del vino, visitando con la guida alcuni itinerari facenti parte della della Route Napoléon incontri con gli enti locali, musei, office du Tourisme e visita di aziende vinicole e di produzione dell’olio.

Docenti Interessati al progetto: Murano, Burrascano, Brighetti, Petri

Documentazione e Prodotto finale: Verrà redatto un report del progetto e un video dell’esperienza a cura degli studenti. Certificazioni da parte dell’ANERN e/o altro ente/agenzia per le ore dell’ASL.

Responsabile progetto: prof. Orlandi

Descrizione: 

Il binomio sport/giovani è da sempre individuato come fattore di prevenzione e promozione della salute; purtroppo talora lo sport viene associato anche ad assunzione sconsiderata di integratori alimentari, farmaci e/o sostanze dopanti, alla cultura sempre più forte dell’agonismo esasperato, della performance a tutti i costi, nell’ottica del “miraggio del campione” e tutto ciò può costituire invece un rischio per la salute. Anche in ambito amatoriale il problema doping è notevolmente in crescita.

Sulla base di questi dati emersi dalla letteratura scientifica, dall’evidenza medica e dai progetti di sorveglianza si ritiene necessario rafforzare il nostro impegno sulle tematiche sopra elencate, proponendo un progetto rivolto ai giovani .

Obbiettivi:

1.     Educare ad un corretto rapporto tra alimentazione, integrazione e sport

2.     Migliorare la conoscenza e incrementare la consapevolezza nei giovani del fenomeno doping, dei rischi correlati e delle scelte adeguate

3.     Aumentare la diffusione delle informazioni disponibili riguardo ai vari aspetti del fenomeno doping (medico-biologico, socio-culturale e giuridico-normativo)

4.     Stimolare i ragazzi alla partecipazione a attività, laboratori tematici ed esperienziali, alla messa a punto di strategie finalizzate a conoscere e prevenire la diffusione del doping

5.     Diffondere il concetto di sport, alimentazione, lotta al doping come strumenti per stare bene

6.     Promuovere la solidarietà e il rispetto di se’ e degli altri

Azioni:

Presentazione   del progetto e degli strumenti didattici alla scuola

- Un incontro frontale informativo con gli studenti sulle tematiche del progetto con discussione collettiva;

- Laboratorio tematico durante il quale gli studenti dovranno produrre un elaborato (spot, poster, racconto ecc), che possa servire a dar voce ai loro pensieri e desideri per una possibile risoluzione del problema doping e per una futura diffusione ai loro pari tramite sito scolastico, aziendale, social

Operatori coinvolti: 

  • Operatori UOS Educazione e Promozione della Salute
  • Medici U.F. Medicina dello Sport
  • Partecipano gli insegnanti di educazione Fisica, nelle proprie ore di insegnamento

 


 

Responsabile: Prof. Drago

Il progetto è rivolto agli studenti dell’Istituto Tecnico Agrario, sia quelli interni presso il carcere che quelli esterni presso la sede di Portoferraio, che possono effettuare una didattica completa inerente il loro ciclo di studi.

Coinvolge la Casa Circondariale di Porto Azzurro che, mentre offre nuove opportunità a detenuti e personale interno, gestisce ed utilizza in modo socialmente utile i terreni di sua proprietà.; l’Istituto Tecnico “G. Cerboni” che si propone come agenzia formativa completa e collegata al territorio; il “Sistema Elba” che si arricchisce di un nuovo punto di riferimento nel settore agricolo sia per lo sviluppo di prodotti legati al territorio sia per la disponibilità di personale tecnico e qualificato

 

Il progetto ha i seguenti obiettivi:

  • avviare un piccolo modello di “Azienda agricola” all’interno del Carcere, che possa soddisfare le necessità didattiche (attività pratiche ) di tutti gli studenti dell’Istituto Tecnico Agrario, sia quelli interni (alunni-detenuti) sia quelli esterni provenienti dall’ITC di Portoferraio.
  • riutilizzare su base agronomica appezzamenti e terreni di pertinenza del Carcere e attualmente coltivati marginalmente o addirittura incolti.
  • scambiare conoscenze e servizi in base al profilo professionale del personale coinvolto ( Docenti, Agronomo del Carcere, Agenti di custodia e detenuti che attualmente conducono le coltivazioni, volontari e operatori di Associazioni che collaborano).
  • arrivare alla produzione e successiva raccolta di alcuni prodotti, destinati all’autoconsumo e in seguito anche alla vendita, che siano rappresentativi della specificità ambientale elbana (ortaggi in particolare…….).
  • sviluppare una fattiva collaborazione e coordinamento tra personale del Carcere (alunni detenuti, ex detenuti, agenti di custodia, volontari,..) e personale dell’ITC Cerboni (alunni, docenti, esperti,..)

 

 

Prevede le seguenti attività preparatorie/propedeutiche:

  • sopralluogo e individuazione dei terreni utilizzabili e delle coltivazioni attualmente in opera.
  • inventario delle strutture, materiali e macchine agricole presenti
  • incontro con i responsabili che attualmente conducono/gestiscono le coltivazioni.
  • individuazione e allestimento locale “Magazzino ricovero attrezzi e prodotti”.
  • individuazione e allestimento locale “Laboratorio – officina meccanica”
  • individuazione e allestimento locale “Spogliatoio” con bagni WC
  • individuazione allestimento di un’aula-laboratorio agronomico

 

Attività didattica di campo:

  • attività pratica di campo e/o laboratorio per non meno di 6 ore settimanali per classe in compresenza con I.T.P. da effettuare in una mattinata e/o pomeriggio presso il carcere per tutta la durata dell’anno scolastico (ottobre-giugno). Per questa e per tutte le attività didattiche, è prevista anche la presenza di un operatore agricolo incaricato tra il personale del Carcere ( ex detenuti, agenti di custodia, volontari, ..).

 

Attività didattica di Alternanza scuola-lavoro:

  • esercitazioni, incontri, attività pratica di campo da effettuarsi durante l’anno scolastico e soprattutto durante il periodo estivo in cui le scuole sono chiuse ( irrigazione, trattamenti fitosanitari, raccolte e lavorazione prodotti,…).
  • possibili soggiorni di lavoro all’isola di Pianosa presso strutture agricole appartenenti al carcere.

 

Attività non didattiche:

  • tutte le attività e pratiche agricole non espressamente didattiche (…..lavorazione terreni, trattamenti, manutenzione macchine agricole,…..) , concordate e programmate dai vari soggetti coinvolti a seconda del loro profilo professionale, sono effettuate da operatori agricoli incaricati tra il personale del Carcere ( ex detenuti, agenti di custodia, volontari,…) .

 

     

Ufficio Relazioni con il Pubblico

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE - G. CERBONI
Piazzale Anna Rita Buttafuoco, 1 - 57037 Portoferraio (LI)
Tel: 0565/914279
Fax: 0565/930389

PEO: LITD030003@istruzione.it
PEC: LITD030003@pec.istruzione.it

Cod. Mecc. LITD030003
Cod. Fisc. 82002900494
Fatt. Elett. UFHQUZ

Area riservata