QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione
 
logo
 
 

  ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI
  "G. CERBONI"

Agraria
Costruzioni, Ambiente e Territorio
Informatica e Telecomunicazioni
Turismo
Grafica
Amministrazione, Finanza e Marketing
Educazione degli adulti

 

Centri Sportivi Studenteschi - Gruppo Sportivo

Le indicazioni nazionali conformi alla Risoluzione del Parlamento Europeo del 13 Novembre 2007 sul ruolo dello sport nell’educazione e  nel profilo culturale educativo e professionale dell’alunno , recitano quanto segue:

”Riconoscere i principali aspetti comunicativi, culturali e relazionali dell’espressività corporea ed esercitare in modo efficace una pratica sportiva per il benessere individuale e collettivo”.

FINALITA’ EDUCATIVE DELLA DISCIPLINA

Benessere: una scelta consapevole

  1. Concorrere alla formazione e allo sviluppo dell’area corporea e motoria della personalità sollecitando la conoscenza e la padronanza del proprio corpo mediante esperienze motorie varie e progressivamente più complesse - Favorire la presa di coscienza della propria corporeità per superare le difficoltà e le contraddizioni tipiche dell’età ed arrivare alla formazione di una personalità equilibrata e stabile mediante:
    1. consapevolezza delle proprie capacità e dei propri limiti e relativo sforzo per migliorarsi
    2. esperienze motorie di collaborazione e gestione di situazioni personali e relazionali
  2. Conseguire la consapevolezza del proprio stato di salute e benessere psico-fisico ottenuto con l’abitudine al movimento inteso come costume di vita trasferibile all’esterno della scuola (lavoro, tempo libero, salute).
  3. Promuovere l'attività sportiva come elemento di divertimento per favorire una reale convivenza democratica e civile,per sviluppare la tolleranza e il rispetto tra tutti gli alunni senza alcuna distinzione, perché è la diversità che facilita la ricchezza culturale. Promuovere, infine, l'attività ludica e agonistica per ridurre la distanza che esiste tra sport maschile e femminile
  4. Promuovere lo sport come mezzo per conoscere gli ambienti cui viviamo  e quelli diversi dalla nostra realtà
  5. Promuovere il rispetto per il materiale e per gli ambienti dove si svolgono le attività quali beni comuni
  6. Informare gli alunni su condotte a rischio(tabagismo- alcolismo- uso anabolizzanti)
  7. Informare gli alunni su come prevenire e trattare atteggiamenti paramorfici tipici dell'età adolescenziale e su  come trattare le lesioni muscolari ed articolari post-traumatiche
  8. Informare gli alunni sui comportamenti  corretti da tenere  in ambienti specifici come il mare e la montagna
  9. Facilitare gli scambi tra i referenti  dei diversi progetti:progetto all'Ed. alla Salute e Progetto  Legalità, Progetto  Orientamento

In particolare parteciperemo e promuoveremo attività ed  iniziative inerenti a progetti sulla legalità ed educazione alla salute specifiche da proporre ai singoli consigli di classe

10.  Promozione  della prevenzione attraverso visite mediche e corsi di formazione

11.  Sperimentare sul campo ciò che viene insegnato come teoria:rispetto delle regole,convivenza,senso civico,ecc.

OBIETTIVI:

Orgogliosi di essere “ITCG Cerboni”

Il Cerboni siamo Noi…..Ovunque

Lo sport è salute

La legalità è sportiva
 

  1. Partecipare ai giochi studenteschi per sviluppare  il senso di appartenenza : avere l’onore di rappresentare la propria scuola 
    1. Estendere questo senso di appartenenza anche in situazione diverse
    2. Organizzazione della festa da ballo del Cerboni sia in occasione del  consueto torneo di Natale che a fine anno
    3. Organizzazione di  una serie di incontri sportivi e con relative premiazioni sportive da effettuarsi in ambienti diversi dalla scuola, dove estendere le condotte positive ad ambienti notoriamente a rischio
    4. Organizzazione di uscite sul territorio elbano e in città che abbiano degli eventi stimolanti  da condividere
    5. Organizzazione Torneo di beach-volley con premiazione in spiaggia di Procchio.
  2. Lo sport è salute
    1. Promuovere condotte preventive in genere: visite mediche, norme di sicurezza;
    2. Informare sulle condotte a rischio
    3. Sviluppare un comportamento resiliente
    4. Azione preventiva ed adattativa dello sport
    5. Prevenzione ed educazione ad uno stile di vita salutare
  3. La legalità è un esercizio sportivo
    1. Saper rispettare le regole dei giochi sportivi e dimostrare di possedere fair-play;
    2. Promuovere l'incontro-confronto con realtà diverse sia italiane che europee.
    3. Conoscere il valore sociale  dello sport attraverso incontri con esperti, con associazioni ed attraverso la visione di film
    4. Saper esser testimonial per sviluppare una pear-education: (helper);
    5. Dimostrare assiduità e costanza nel frequentare il CSS;
    6. Saper migliorare le capacità condizionali e tecniche specifiche;
    7. Conoscere le reali conseguenze delle condotte a rischio;
    8. Conoscere il proprio corpo  le possibili alterazioni paramorfiche;
    9. Conoscere le più comuni lesioni post-traumatiche e come intervenire; 

 COMPETENZE

  1. Giocare in modo corretto ai giochi sportivi;
  2. Arbitrare al gioco del Volley e calcio a 5 e pallamano;
  3. Rispettare  gli impegni presi;
  4. Svolgere le attività sportive programmato avendo la consapevolezza tecnica di come debbano essere affrontate;
  5. Avere la consapevolezza delle proprie azioni motorie e psicologiche;
  6. Adottare condotte salutari;
  7. Adottare comportamenti che prevengano gli infortuni ;
  8. Adottare comportamenti adeguati per prevenire atteggiamenti paramorfici;
  9. Per le classi 4 e 5 conoscere le tecniche di primo intervento e seguire il corso "A scuola di cuore" per ottenere il brevetto di soccorso di primo livello DAE;
  10. Confrontarsi e saper convivere con realtà diverse.

 ABILITA'

  1. Saper affrontare l'allenamento  con assiduità ed impegno;
  2. Saper affrontare la competizione in maniera propositiva;
  3. saper accettare la sconfitta;
  4. Saper giocare in squadra,
  5. Saper affrontare le gare tecniche dell'atletica ed in genere gli sport individuali proposti.

Saper estendere tali abilità in ambito scolastico e lavorativo -  (alternanza scuola-lavoro)

Obiettivi:

  1. Saper rispettare i tempi (puntualità )
  2. Organizzazione del lavoro
  3. Capacità di concludere i compiti assegnati
  4. Sapersi relazionare in maniera adeguata
  5. Saper comunicare attraverso i canali verbali e non verbali (uso colori e abbigliamento idoneo)

ATTIVITA' PREVISTE

Campestre, atletica in pista, trekking sia sul territorio che sulle isole dell'arcipelago e in luoghi interessanti da un punto di vista didattico, attività di canottaggio a sedile fisso,vela,nuoto;attività di volley, calcio, calcetto,basket, beach-volley , di trekking a Pianosa , a Montecristo.   Sci alpino, snow-board  a Sestola ,Passo del lupo  o Amiata o altre destinazioni.

Si prevedono:

Walking on the walls: attività di trekking in paese con guida turistica. Si prevedono incontri  con personalità o campioni del mondo sportivo quale momento di confronto con realtà diverse.

Si prevedono uscite di trekking sia sul territorio elbano che sulle isole dell'arcipelago; si prevedono, per lo sci, uscite in montagna ripetute nel tempo per circa due max tre giorni (sul modello sci club) per poi effettuare le gare studentesche a febbraio. Si farà, inoltre, un torneo di volley e come premio finale :torneo beach-volley a Procchio con premiazione in spiaggia. Si prevedono attività di golf. Si effettueranno uscite in mare per attività di canottaggio-vela.Utilizzo palestra vicino alla scuola per l'attività di muscolazione. Attività di rugby,golf

Si prevede di organizzare un gruppo pilota di alunni che effettuerà un pacchetto di almeno 10 ore di attività di aerobica e fitness nel pomeriggio: tale iniziativa sarà seguita dalla Prof.ssa Simonetta Neto.

Organizzazione eventi come il ballo del Cerboni, il torneo di calcio a 5 e di bech volley

DESTINATARI: Alunni dell'istituto. Potranno partecipare alle gare  e dunque essere i rappresentanti dell'istituto gli alunni che hanno assiduità nella frequenza , un comportamento corretto e non più di tre insufficienze gravi in pagella. Viceversa coloro che frequenteranno con assiduità il CSS e parteciperà alle gare avrà un credito annuale di riconoscimento

     

Ufficio Relazioni con il Pubblico

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE - G. CERBONI
Piazzale Anna Rita Buttafuoco, 1 - 57037 Portoferraio (LI)
Tel: 0565/914279
Fax: 0565/930389

PEO: LITD030003@istruzione.it
PEC: LITD030003@pec.istruzione.it

Cod. Mecc. LITD030003
Cod. Fisc. 82002900494
Fatt. Elett. UFHQUZ

Area riservata